SVIZZERA: PRIMA EDIZIONE DELLA GIORNATA DEL CANE, “CITTADINO A 4 ZAMPE”

Ciao amici dei pelosi,

oggi vi parlo della prima edizione della Giornata del cane che è stata celebrata lo scorso 4 settembre in Svizzera, l’occasione perfetta per presentare al pubblico le associazioni cinofile e le loro attività. La manifestazione ha coinvolto diversi club, scuole per cani situate in cinquanta diversi centri di addestramento dei cani in Svizzera, Ma come è nata l’idea di istituire La giornata del cane? l Lo abbiamo chiesto a Peter Bieri, responsabile di progetto Day of the Dog Svizzera, presidente dell’Associazione cantonale dei cinologi di Argovia e campione svizzero per l’addestramento dei cani da soccorso.

Goco e addestramento dei cani ( Società Cinofila Bellinzona)

I cani sono compagni di vita di noi umani e dopo i gatti sono gli animali domestici più popolari in Svizzera e rivestono ruoli importanti come i cani da salvataggio, per pet therapy ecc. (Peter Bieri con il suo labrador retriever Siena)

I cani sono compagni di vita di noi umani e dopo i gatti sono gli animali domestici più popolari in Svizzera e meritano una giornata a loro dedicata. In Svizzera vivono più di mezzo milione di cani. Hanno un importante ruolo sociale e un’influenza positiva sulla qualità della vita. come per esempio i cani per non vedenti, da ricerca e salvataggio, e rappresentano un valido di supporto per le attività di sicurezza e polizia e nella Pet therapy con persone anziane, bambini e ammalati.

La giornata del cane offre la possibilità di visitare i club cinofili, (che non sono necessariamente militari) insieme al proprio cane per partecipare e conoscere i vari metodi di addestramento e individuare il club più idoneo per il proprio cane. I

In Svizzera è molto importante il benessere degli animali purché siano seguite precise regole. Ad esempio sono proibite, e non necessarie, le costrizioni forti come i collari a spillo ecc. L’addestramento moderno dei cani si basa sul condizionamento positivo: se non si interviene in modo corretto sull’educazione del cane c’è il rischio che vengano recepiti messaggi sbagliati legati all’aggressività. In questo caso penso che il cane debba essere recuperato , in ogni modo la cosa più sbagliata è infliggere dolore al cane aggressivo.

Che dire dei cani randagi? Nella Svizzera degli anni ’50 e ’60 ogni tanto vagava qualche cane randagio mentre oggi accade molto raramente, salta subito all’occhio un cane senza padrone. Quello che accade in altri Paesi dove si vedono interi eserciti di cani randagi in Svizzera non si esiste.

La legge sulla caccia stabilisce che è obbligatorio l’utilizzo del guinzaglio durante la stagione di caccia. Nella legge sulla protezione degli animali, si afferma che il cane deve godere di una certa libertà ed è stabilito che che i cani debbano stare senza guinzaglio ogni volta che è possibile, tranne che negli edifici pubblici e sulle strade trafficate senza distinzione di taglia Tuttavia il diritto svizzero stabilisce che l’uso del guinzaglio è necessario quando sulla strada attraversano pedoni e i ciclisti il cane (o almeno un guinzaglio mentale). Su una strada trafficata, un cane, grande o piccolo, deve essere sicuramente tenuto al guinzaglio oppure in presenza di persone che temono i cani.

Una delle società cinofile che hanno dato disponibilità per la Giornata del cane è la Società Cinofila Bellinzona e dintorni presieduta da Fabio Trisconi. Fondata nel 1953 la nuova sede sociale su una superficie 5000 mq di terreno per i corsi cinofili di educazione base ed avanzata, corsi per i cani seggetti ad autorizzazione e il corso speciale Cittadino a 4 Zampe (C4Z), studiato per fornire le corrette competenze ai cani per facilitare l’integrazione.

Alla prossima, un saluto da Ginger

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata